venerdì 18 maggio 2018

Heavy rotation marzo-aprile 18


Rieccoci qui col post bimestrale, anche se non pubblicato proprio "in orario" ;)


Protagonista assoluta del bimestre la NYX Cosmic metals palette, sei ombretti belli setosi, brillanti, morbidi, sfumabilissimi.Mi rendo conto solo ora di non averli mai provati bagnati(bisognerà rimediare), ma già così sono belli *cosmici*, per il trucco di tutti i giorni li ho abbinati al Kiko bling generation e al Chrome shine di L'oreal che vedete in foto, per abbassare un attimo il tasso di luccicosità a tutta palpebra XD.Ho usato come base la moribonda base dorata in stick di Front cover.


Per gli occhi ho continuato ad usare i mascara Miss Hippie(waterproof) di L'oreal e Organic wear, di cui vi parlerò più approfonditamente presto, la matita verde chiaro di L'oreal che, ad usarla solo dentro l'occhio, finirò nel duemilacentordici, Perfettina di Neve per rifinire le labbra;ho cominciato poi ad usare la matita giapponese che avevo comprato SOLO DUE ANNI FA in vacanza, devo dire che ho capito perchè l'amica a cui l'avevo regalata l'abbia usata per farsi un megadisegno sul petto, con cui credo l'abbia consumata tutta;perchè come matita non è granchè,è dura e secchina.Diciamo non sono riuscita a farci quello che avevo in mente, però pure io che compro la roba e la lascio a stagionare, non so che pretendo!
Eyeliner Body shop, pure questo finibondo, Pastello Ebano di Neve per le sopracciglia, minikhol nero l'Oreal, Eyeliner oro di Pupa,che ho usato per fare dei punti luce nell'angolo interno degli occhi.


Per le labbra ho usato la Duebaci di Neve(Conspiracy), il Vernissage Magic Circle sempre di Neve, la tinta labbra HD di Inglot(20), che oltre ad avere una tenuta fantastica ha anche un odore meraviglioso <3, il lucidalabbra col gattino che è una cinesata da 1,30 euro, il matitone Supersaturated della Urban decay in Big Bang(temperato all'osso), rossetto Matt Matt di Essence(03), ed un "nonno" della Dior color melanzana che credo pensionerò il mese prossimo,visto che mi son resa conto di possederlo da tanti di quegli anni che mi vergogno a dirlo XD


Per il viso sempre l'illuminante della Revolution, la cipria bianca di Essence che però adesso che ho preso un pò di sole mi fa un pò l'effetto farina (o Pierrot dei poracci), sostituita prontamente dalla cipria Debby che mi piace molto(Grazie Ele che la sponsorizzi sempre);nella fila sotto, il blush di Sephora regalatomi da essa per il compleanno, il correttore anti-age di Maybelline che non so se toglie gli anni(magari), ma con le mie occhiaie cattive fa un bel lavoro, è comodissimo da usare, con l'applicatore incorporato, non segna perchè ha una formula bella leggera, e illumina discretamente.Promossissimo!
Non posso dire lo stesso del fondotinta Alverde, che mi ha illuso con la scritta Hydro, ma in realtà non trovo molto idratante, nè facile da stendere.Aspetto di usarlo un pò di più per sbilanciarmi, ma credo che in estate sarà difficile, visto che l'ho preso parecchio chiaro(forse anche un pò troppo *coff coff*).
Ultimi a destra i relitti della palettona Elizabeth Arden, che ho usato come contouring(la cialda terminata) e come blush.


Schiattati questo mese il mio adorato Blistex in pomata, irrinunciabile in inverno e adorabile d'estate, la cosa più idratante e riparatoria che possiate mettere su naso e labbra, e la crema colorata di l'Erbolario, questa sì davvero idratante, copre più di quel che ti aspetteresti, sopratutto 
se fissata con la cipria.
Un domani forse la ricomprerò, visto anche che ha un ottimo, delicato profumo

Look del mese in ordine sparso:


Mi  sono piaciuti davvero molto questi ombretti, a dirla tutta la roba della NYX più la provo più mi piace!


Rossetto Essence con un pò di nero sfumato sui bordi

La tinta Inglot in tutto il suo splendore, e dei capelli cresciutissimi!
La matita verde sotto l'occhio è Dagger di Neve, sotto la sopracciglia il 
Bling di Kiko.


Qui volevo truccarmi tranquilla tranquilla(stavo andando a fare la spesa in tuta),poi mi è scappato il rossetto verde,in tinta con la maglietta... 


Che in realtà è una matita occhi di Maybelline con un pò di l'Oreal Chrome shine picchettato al centro ;) 


Avete presente quei giorni in cui i vostri capelli sembrano avere vita propria?
Qui sopra ne avete un esempio ;) rossetto Conspiracy(Duebaci)!


Qui stavo facendo le prove per il trucco di un certo giorno speciale...ho le foto fatte con la reflex della versione definitiva? CLARO QUE NO, ovviamente ne ho solo 4 cuccone fatte col cellulare, ma dopo ne riparliamo.Nella versione finale ho aggiunto molto più nero nell'angolo esterno,sfumato verso l'alto... 


...ed invece di questo nero traslucido coi brillantini verdi ho messo il rossetto liquido nero di Sephora, opaco e spesso,con sopra una tonnellata di glitter argento della Mac ;)


Se volete vedere le foto del matrimonio, le trovate nell'ambito del nostro diario di viaggio più recente! Cliccate sul pulsante "Senonviaggioschiatto" qui a destra nella sidebar, o, se vi è più comodo, direttamente qui..

Ciao a tutti e alla prossima,Mel.





venerdì 4 maggio 2018

Il giveaway fighissimo di Siskatank che ho avuto la fortuna di vincere mesi fa!


...e di cui vi racconto colpevolmente solo adesso,passata la shitstorm e migliorato il tempo atmosferico(poi vi spiego).

Partiamo dall'inizio:
5 mesi fa,ovvero a metà Dicembre, vidi comparire sulla mia home di Instagram questa immagine:


Essendo Siskatank una di quelle artiste dell'handmade che seguo davvero da tempo immemore, ovvero da ancora quando muoveva i primi passi su Ebay, ovviamente mi sono fiondata a partecipare, e malgrado il Periodo Di Merda(PDM da ora in poi) fosse appena cominciato, ho avuto l'enorme fortuna di vincere il buono spesa da 53 euro :))))))
(leggete qui se siete curiosi di sapere perchè proprio questo importo)

C'erano un sacco di cose bellissime nel suo shop,come ad esempio questo abitino, DIRTY(cliccami),per il quale però temevo di non avere il fisico XD


  O questo maglione, AREFU(cliccami) <3


 Per questa maglia bellissima, ROY(cliccami), sono stata indecisa fino all'ultimo, quelle scritte sono il monologo di Rutger Hauer in Blade Runner(quello delle lacrime nella pioggia), ma anche questa è ciucciatina e temevo l'effetto insaccato, visto il mio fisico da maccarone.


Ho finito per scegliere un paio di leggins, i BARCODE WHITE(cliccami), che a 49 euro rientravano pienamente nel mio budget(ho dovuto solo pagarmi lo shipping), e malgrado abbia chiesto la taglia sbagliata (troppo ottimismo!),mi calzano bene ;)

Sono arrivati in questo delizioso pacchettino,che fra l'altro nascondeva diverse sorprese:


cartoline,ringraziamenti(ma grazie a te in questo caso!) e una spillina "daily resistance", contenuta in un sacchettino fatto col suo tessuto 
entropy (lo vedete qui


Non ho usato il termine "suo tessuto" a sproposito:la mitica Siska non solo progetta, taglia e cuce, con cura e professionalità, i bellissimi vestiti che propone nel suo negozio ETSY(cliccami), ma addirittura SI STAMPA i tessuti, e su questo tiro il freno a mano sull'ammirazione che ho per lei,altrimenti vi faccio un pippone di 6 pagine XD


Qui sono io che li provo ballonzolando per casa scalza...  


...e qui avete qualche scatto per strada,quando finalmente le settimane di bufera erano finite(ovviamente erano iniziate proprio nel periodo in cui mi serviva fare le foto, e poi vabbè lo sapete, definirmi sopraffatta 
dagli eventi era poco). 




Devo dire di essere stata molto colpita positivamente dalla cura complessiva che la nostra mette nell'operazione tutta, e conto di concedermi qualche altro suo pezzo nel futuro, nel frattempo gioisco della primavera che, finalmente arrivata, mi permetterà di stragodermi questi leggins meravigliosi!

Se vi sono piaciute le cose che avete visto, visitate il suo negozio(QUI) e raccontatemi nei commenti qual'è la cosa che vi piace di più!

Ciao e a presto,Mel.

venerdì 6 aprile 2018

Il punto della situazione capelli-trucco etc etc etc!


La prima foto che ho scattato con la reflex nuova è quella che voglio usare per aprire questo post che,almeno mi auguro,dovrebbe essere un punto di ri-partenza,dopo un periodo in cui,per sintetizzare,mi sono sentita come se la vita mi avesse sbattuto per terra e mi avesse preso a mazzate.
Ho fatto qualche post lo stesso,tipo quelli sulle serie tv o i film,ma il makeup fra metà dicembre e fine febbraio è stato monotono e noioso,con quella che,per come stavo,già tanto che mi truccavo.
Questo post copre detto periodo,spero di ricominciare coi post regolari da Marzo-Aprile in poi.



Per le labbra:comincio con lo sconsigliarvi vivamente due rossetti metallizzati, il metallic foil di Maybelline (Zen) in alto a sinistra e il Kiko in basso a destra.Entrambe sono molto belli, ma il primo secca le labbra DA MORIRE, mentre il secondo si rovina anche solo bevendo un caffè, e non si riesce a ritoccare per niente, anche perché fa parecchio crosta e però non viene via facilmente se lo vuoi rimettere da capo...un macello.

In alto abbiamo poi un gloss rosa comprato su Aliexpress, costa pochissimo, è carino e da tenere sempre in borsa va benissimo, un matitone Urban Decay (supersaturated,Big bang) ormai finibondo, Vampira di Kat Von D.
Tre matite per labbra:Kiko, Layla e sopratutto la bellissima Witch di Neve Cosmetics, appartenente alla collezione Neogothic, che mi ha fatto innamorare delle matite labbra Neve usate come rossetto.
Da quando hanno questa formula nuova sono diventate piacevolissime da indossare in quel modo,hanno una buonissima tenuta e, questa, un colore che adoro ❤(lo vedrete + sotto)


per gli occhi :mascara Organic wear, comodo, naturale, ottimo per tutti i giorni,niente di eccessivamente performante;eyeliner Body shop, khol nero e matita verde chiaro l'oreal, matita aqua eyes Make up forever, matita Ebano di Neve per le sopracciglia, ombretto in crema Metal Shock di Essence nero glitterato, perfetto per truccarsi alla sveltissima e molto d'effetto, costa poco,compratelo!!!
Ultimo in basso il mascara Hippie eyes di l'oreal,a destra i resti della palettona Elizabeth Arden che sto usando come blush e contouring.


dettaglio del metal shock!Ma più che altro merita vederli in movimento,sono davvero molto luminosi e belli (ne ho presi 2,questo e uno dorato!)


per la facciotta ho continuato ad usare l'illuminante di Revolution,perfetto per le mie esigenze (lo uso con moderazione).
In basso un correttore verde Kiko e una base per ombretto in stick della Front Cover, che essendo dorata ho usato spesso anche da sola come illuminante sotto la sopracciglia.
In alto correttore Full coverage di Kiko,il mio preferito di sempre, la cipria Essence All about matt, che non mi sta entusiasmando (non aumenta la copertura ma sbianca e fissa, forse la apprezza di più chi ha problemi di pelle grassa) e la crema colorata di Erbolario, che sta finendo e mi spiace perché, una volta che mi sono abituata a metterne meno, mi ci sono trovata davvero bene.
Idrata, copre più che discretamente, in combinazione con la Get picture ready (qua sotto fra i finiti)era perfetta.


Gli schiattati del periodo, oltre a detta cipria, sono il profumo Happy di Clinique, che amo per le sue note fresche ed agrumate, ma non ricomprerò perche, sul genere, apprezzo molto di più certi profumi dell'Erbolario.
Sotto alla cipria c'è il sample del pigmento Frost di MAC, più a destra due prodotti gettati perché secchi (mascara ed eyeliner Front cover), una crema viso della Mater natura che ho apprezzato molto, delicata, veloce ad assorbirsi e con un delizioso profumino.
Ultima in basso la trousse W7,di cui ho terminato anche la terra.
Prima di attaccare il blush dovrò aspettare di avere una pseudoabbronzatura, altrimenti è davvero troppo forte, per me.

Parliamo adesso del discorso capelli:
se mi seguite da tempo saprete che l'anno scorso ho cambiato *un pò* di colori di capelli, andando dal blu al viola al verde acqua al fucsia e rosa pastello.
Ora,in tutto questo gran divertimento che è stato il 2017,ho fatto 2 scemenze;la prima, quando l'indaco della Colorista (l'Oreal)  era scaricato tanto da diventare verde acqua, ho chiesto alla parrucchiera di sfumarmi la deco sulla parte dove la ricrescita si attaccava al verde, per tornare bionda gradualmente.
Ma se ho salvato le lunghezze,il fatto di avere decolorato 2 volte quei pochi centimetri al confine, ha fatto sì che diventassero fragilissimi 
e, puntualmente, cominciassero a spezzarsi proprio lì .


Durante il periodo fucsia, poi, li ho lasciati crescere scuri per tanto tempo, convinta che lasciarli in pace per un po' potesse aiutarli a riprendersi.


Il problema è arrivato il momento in cui ho deciso di volerli schiarire:mi ha spiegato la parrucchiera che,quando la ricrescita è molto lunga, la parte più lontana dal cranio è più fredda, e quindi più difficile da far arrivare al platino come piace a me.
Praticamente ha dovuto lasciare su la deco molto di più, e già all'inizio abbiamo parlato che si trattava di 1)scurirli e lasciarli in pace,o 2)schiarirli essendo pronti a tagliarli anche molto.
Non essendo pronta a tornare nell'anonimato del castano,ho deciso per il biondo,tagliandoli molto, prima che si spezzassero da soli...


Ho fatto questo taglio asimmetrico strano perché non volevo un corto "da signora",volevo una cosa grintosa e particolare che mi rendesse sopportabile il fatto di avere i capelli corti  (che in generale non amo).
Conto di tenerli così ancora per qualche mese,finché si ripigliano bene,e poi riparto a farli crescere,magari tenendo ancora per un po' la rasata laterale.
Qui sopra ho addosso il Big Bang di UD,sotto la matita Witch di Neve!


Il lato positivo è che ho fatto contento il mio Sire, che mi diceva di tagliarmi i capelli da secoli ^^ "sì sì come P!ink !!!"
Vabbè, che faccia(e fisico!) ha Pink, e che faccia ho io?
Beati gli occhi dell'ammore! XD

Però un taglio così mi piacerebbe!


(ancora più rasati fino a dietro e lunghi sopra)


Vi saluto con un sorriso,sperando di indossarlo molto 
più spesso,nei mesi a venire.

Raccontatemi le vostre avventure e disavventure tricologiche,se vi va!!!!


*********************************************************
PS la mia nuova baby è questa <3

Il mio (adesso) fidanzato un giorno mi aveva chiesto:come regalo di fidanzamento, preferisci un anello o una nuova reflex?
Ed io convinta fosse una battuta, ho risposto "Una reflex, ovvio!!!"
Hehehe non era una battuta!!!!



sabato 10 marzo 2018

Serie TV che sono Unabomba! sebbene il loro sentiero passi per specchi neri e sentieri oscuri,sconfiggono draghi con la scienza per andare là,dove nessuno ha osato prima!

Passano i mesi e, malgrado la mia vita in questi ultimi mesi sìa diventata un VERO casino, sono comunque riuscita a guardare diverse serie tv ed un paio di show moooolto carini,di cui vi vado a raccontare subito(per le paturnie personali non mi dilungo qui, ma se volete ne potete leggere seguendomi su Facebook).

Star trek discovery 


Cominciamo con l'ultima aggiunta all'universo Star Trek, ovvero la serie che segue le avventura dell'astronave Discovery,con protagonisti la Sasha-non-grigia di The Walking dead(cit), il mio adorato Jason Isaacs e Doug Jones, l'uomo pesce di The shape of water, qui nei panni dell'alieno Saru.
Non la definirei una serie eccezionale, non sono una Trekkie(qua a casa siamo più per Star Wars), ma essendo fantascienza comunque a noi nerdoni di base un pò piace, i personaggi non sono male e,sebbene certi pezzi sìano abbastanza noioselli(tipo quando vanno avanti 5 minuti con i Klingon che se la raccontano fra loro nella loro lingua scataracciante), si lascia vedere.




Continuano le vicende dei Meyeristi, culto ispirato, a livello di sceneggiatura, a Scientology, e la lotta di Eddie Lane(Aaron Paul), uscito dalla setta e marchiato come "miscredente"(denier), per mantenere una relazione con i suoi figli, teoricamente proibita visto il suo status, e scoprire la verità su delle losche faccende legate ai pezzi grossi della comunità. Ho trovato questa serie più cupa, intensa ed interessante rispetto alla prima, sempre più brava anche la Mohagan(su Aaron non si discute), non vedo l'ora di vedere la terza stagione, già uscita su Hulu negli USA, ma -sob- ancora non disponibile su Amazon prime video Italia,dove la seguo io.



Cominciata col Khal, che ne soffriva i ritmi troppo europei e la trama un pò cervellotica, l'ho ripresa e finita in seguito e l'ho MOLTO apprezzata.
La produzione è tedesca, originale Netflix, e purtroppo questo mi ha obbligato a vederla doppiata in italiano, il doppiaggio comunque non era malissimo, salvo i ragazzini che come al solito non si possono sentire.
Una storia che si attorciglia su se stessa in un rimando a passato, presente e futuro, che parla di wormhole, scienza e paradossi temporali e affascina e cattura.
Bei personaggi, buona sceneggiatura e qualcosa di diverso dalle solite serie ammerigane;il paragone che girava molto con Stranger things non l'ho trovato molto calzante, a parte un ragazzino scomparso le due serie hanno poco in comune, questa è decisamente meno spettacolare, semmai più intimista, filosofica, particolare.Non vedo l'ora di vedere la prossima stagione!



Dopo due stagioni cortissime e dall'animo molto british, Black mirror aveva alzato l'asticella con la stagione 3, girata negli USA e, come piace agli amici a stelle e strisce,"bigger,better,faster,more"; girata con più mezzi(almeno così dava l'idea), con storie più interessanti e meglio prodotte, con molti più episodi(6 contro i 3 della prima e i 4 della seconda).Purtroppo con questa quarta stagione, sebbene gli episodi rimangano *tanti*(ancora 6), secondo me la qualità fa un passo indietro, e si salvano davvero, per come la vedo io, soltanto il primo e l'ultimo episodio della serie, con punte negative come Metalhead, pretenziosissimo episodio in bianco e nero che addirittura abbiamo mandato avanti col FFWD, tanto ci annoiava.Sempre tagliente la critica alla società, al nostro essere iperconnessi e sempre più dipendenti dalla tecnologia(a Ted Kaczynsky immagino piacerà questa serie-ci torniamo in fondo al post!), ma lo storytelling non sempre ingrana in questi episodi, lasciando l'attesa per la quinta stagione un pò fiacca, perlomeno da queste parti.



Lo so, non è propriamente una serie TV, ma questo 
-come vogliamo chiamarlo- reality/sport show, trasmesso da Netflix e prodotto da Sly Stallone, è tremendamente divertente, consiste in una serie 
di atleti, provenienti da vari paesi del mondo e dalle discipline più disparate
(SPOILER:i parkouristi sono tanti ma non combinano mai un tubo XD ), che affrontano un percorso ad ostacoli spaventoso, dentro una struttura enorme a forma di dragone.Quest'anno partecipava anche l'Italia, e se Bianca Balti non è davvero granchè come commentatrice, fa un lavoro più che discreto Francesco Facchinetti, protagonista di simpatici siparietti sopratutto con i cugini (commentatori)francesi.
Guardate il video qui sotto per farvi un'idea ;)





Anche questo non è un telefilm, quanto una serie di episodi di scienza divulgativa "for dummies", fate finta che sìa un Quark(mio Dio, quanto è generazionale questo riferimento?), solo spiegato in maniera molto più divertente ed intrattenente.Una specie di Dr. OZ ma della scienza!
Bill è divertentissimo, le puntate sono ognuna dedicata ad un tema, ce ne sono una dedicata ai vaccini, una ai cibi ogm, una ai cambiamenti climatici etc etc.
Lo trovate su Netflix, dateci un'occhiata!



Dalle parti di Black mirror, anche se forse meno caustico a livello di critica sociale e più fantascientifico, troviamo questo Electric dreams, tratto da racconti di Philip Dick, 10 episodi autoconclusivi con cast complessivo succosissimo(Bryan Cranston, Steve Buscemi, Greg Kinnear, Richard Madden, solo per citarne alcuni).Non tutti strepitosi, ma in generale l'ho trovato un buon prodotto, intrattenente il giusto, ben recitato, con delle storie interessanti.



Ted Kaczynsky era un genio matematico, professore universitario con un q.i. altissimo, che aveva elaborato una serie di teorie su come la società industriale stesse rovinando l'umanità, rendendola debole, dipendente dalla tecnologia, prigioniera del conformismo, e per far avere la giusta diffusione ed attenzione alle sue idee, ebbe la malaugurata idea di spedire dei pacchi bomba
 in giro per gli Stati Uniti, che uccisero 3 persone e ne ferirono, spesso gravemente, una ventina.

In questa ottima serie, che segue la storia di Ted fino alla sua cattura ed incarcerazione(sta tuttora scontando 8 ergastoli), la sua controversa figura è interpretata da Paul Bettany, in maniera assolutamente eccellente.Perchè sì, parliamo di un pazzo omicida, uno schizzato che, anzichè usare il suo genio per inventare qualcosa che potesse veramente fare del bene ed aiutare l'umanità, ha deciso di ammazzare dei cristiani solo per attirare l'attenzione, ma guardando dietro la facciata si vede una persona comunque fragile, incapace di relazionarsi in maniera normale col prossimo, sottoposto a torture fisiche e psicologiche che ne minano il già delicato equilibrio;dietro al mostro si vede tanta umanità, tanto da non riuscire addirittura a provare empatia per lui, in certi momenti della serie.Quindi standing ovation ed applausi per Paul.

Purtroppo, per la parte del profiler dell'FBI che gli dà la caccia, basandosi su delle ricerche di tipo linguistico, allora all'avanguardia, qualcuno ha deciso che fosse una buona idea chiamare Sam "Avatar" Worthington;che sta bene nei panni dell'action hero, dove servono più muscoli che espressioni, ma qui sinceramente sembra piuttosto un pesce fuor d'acqua, portando a casa una performance passabile ma piattina. Malgrado il sabotaggio di questo casting un pò azzardato, comunque è reso in maniera fantastica il rapporto che si sviluppa fra Ted e Fitz(Sam W.);il profiler si tuffa nell'indagine in maniera totalmente ossessiva, e piano piano, puntata dopo puntata, ci si rende conto che, sebbene lo voglia assicurare alla giustizia a tutti i costi, sino a farsi assorbire tanto dalle indagini da mandare all'aria la propria vita familiare, sotto sotto non solo Fitz lo capisce, ma forse addirittura lo ammira.In un gioco di sfumature in cui il buono diventa cattivo ed il cattivo non così mostruoso.

Vi consiglio di leggere questo interessantissimo articolo sulla figura di Unabomber e i parallelismi tra le sue teorie e quelle alla base di Fight Club e Matrix, per dirne due. E sopratutto non perdetevi la serie!!!


E anche per stavolta è tutto!
Se tutto va bene, fra pochissimo tornerò a parlare un pò di makeup ;)
Nel frattempo raccontatemi qua sotto se avete visto queste serie,e se vi sono piaciute.
Buon weekend!

mercoledì 14 febbraio 2018

La bella,la bestia(anfibia),pantere e San Valentini assortiti:che c'è al cinema,oggi?



Post in collaborazione con 
Cannibal Kid di Pensieri Cannibali e James Ford di White russian !

Volevo cominciare il mio intervento parlando di come chiamare me, come "ospite" per questa rubrica, evidentemente fosse segno che i due blogger sono arrivati a raschiare il fondo del barile, ma ho notato che l'espressione è già stata usata da altri precedentemente, quindi evidentemente non solo nel barile non c'è più nulla da raschiare, ma il barile è stato buttato, e si è cominciato a scavare sotto di esso. Dopo di me, da queste parti, cominceranno ad arrivare blogger che si occupano di mazze da golf, diete o che spiegano come creare il proprio bidone di compost in salotto, mimetizzandolo con l'arredamento.

La forma dell'acqua – The Shape of Water
"Mi hanno detto che stando a mollo la pelle ringiovanisce!" "Esci Ford,non funziona!Ci ho già provato pure io!"

Lazyfish: Ma veniamo ai film in uscita in questa settimana di San valentino: il primo è "La forma dell'acqua – The Shape of Water", che esce proprio il 14 e, oltre ad avere al volante il mitico Guillermo del Toro, che adoro dai tempi del meraviglioso "Il labirinto del fauno", ha sulla carta tutti i numeri per piacermi: una grande produzione, begli effetti speciali, una storia d'ammmmore tormentata fra due esseri molto diversi fra loro, peccato per il Leone d'oro vinto a Venezia che, con l'Orso d'oro di Berlino, a casa mia grida sempre PACCO!!! Spero non sìa il caso.L'ambientazione, anni 50/60, unita alle atmosfere anfibie, mi ricorda molto Bioshock, un favoloso videogioco che ho amato molto.Ho scoperto googlando le immagini per questo articolo,che qualcuno ha avuto ispirazioni più che romantiche da questo film...(cliccami se hai + di 18 anni)
Cannibal Kid: Siamo all'appuntamento di San Valentino, ma qui da queste parti solo per questo non è che si diventa più teneri e sdolcinati. Dico subito quindi che io parto da premesse opposte a quelle di Lazyfish, visto che Guillermo del Toro in passato raramente mi ha fatto impazzire, la storia stile La Bella e la Bestia non è certo una bella premessa e degli effetti speciali non me ne importa una mazza. Il fatto che abbia vinto il Leone d'oro invece per me è un notevole motivo di vanto, nonché una ragione per recuperarlo subito. Io infatti il film l'ho già visto e presto ve ne parlerò, a modo mio...
Comunque Melissa P. su una cosa c'ha ragione: se abbiamo invitato lei, siamo davvero al di sotto del barile...
No, dai, scherzo! Altri due o tre pessimi elementi da chiamare ce li abbiamo ancora.
Ford: Guillermo Del Toro è sempre stato piuttosto ben accetto da queste parti, ed ha avuto i suoi momenti migliori con i due Hellboy e lo splendido Il labirinto del fauno. Cosa accadrà, dunque, quando il film che ha sbancato Venezia giungerà al bancone del Saloon? In barba a San Valentino ho già visto questa pellicola due o tre settimane or sono, e attendevo il momento dell'uscita in sala per poter cavalcare l'onda del maggior nominato alla prossima Notte degli Oscar. Quale sarà stato il risultato? Prestissimo lo scoprirete.
Nel frattempo, non vedo l'ora di scoprire cosa ne penseranno la nostra ospite della settimana Lazyfish e soprattutto il mio tanto detestato rivale Cannibal: che possa essere l'inizio di una nuova Blog War?


Black Panther
Se lo chiedete a me,dopo il blackwashing di Heimdall in Thor,della Torcia umana in F4 e del
 gunslinger nella Torre nera,questo dovevano farlo biondo con gli occhi azzurri!

Lazyfish: "Black Panther" era un fumetto che l' editoriale Corno mi propinava sempre come seconda/terza storia nelle testate Marvel che pubblicava e seguivo nella mia gioventù (lasciamo stare che anni erano, probabilmente persino Ford era giovane, all'epoca), e non è mai riuscito ad interessarmi minimamente. Certo i film di adesso sono tratti dalle versioni moderne di quei personaggi, e da quanto vedo online il film sembra una figata tamarra che da queste parti potrebbe riscuotere un buon successo. Da completisti della Marvel, in ogni caso daremo una chance a re T'Challa. Non potrà essere peggio di Iron Fist,comunque!
Cannibal Kid: Lazyfish più vecchia di Ford???
Naaah, non ci credo. Altrimenti vorrebbe dire che è la versione al femminile di Matusalemme.
Il film, come al solito quando si tratta di prodotti Marvel, negli Usa ha ricevuto recensioni entusiastiche. Del tipo che ha il 100% su Rotten Tomatoes. E questa è una cosa che io proprio non capisco. Nemmeno alcun capolavoro nella storia del Cinema ai tempi della sua uscita ha mai ottenuto consensi unanimi. Nessuna cosa in generale può piacere a tutti. Soprattutto, non un film Marvel. Questa cosa quindi ha un'unica spiegazione: i giornalisti che hanno visto la pellicola in anteprima sono stati pagati profumatamente da un certo Topolino, con soldi oppure con gadget pucciosi.
Detto questo, Black Panther ha un ottimo cast, una colonna sonora figosa curata da Kendrick Lamar e il regista Ryan Coogler, nonostante in passato abbia lavorato con Stallone, è uno dal potenziale notevole, quindi il risultato potrebbe essere piuttosto valido. Anche se non da 100% di consensi.
Ford: da ex accanito lettore di Fumetti, il personaggio di Black Panther non mi ha mai detto granché, e l'ho sempre considerato un personaggio tutto sommato minore del mondo degli Avengers. Eppure, sarà per la colonna sonora, per una certa quale atmosfera tamarra o la regia di Ryan Coogler - regista del più che discreto Fruitvale Station e dell'ottimo Creed -, ma sono molto, molto curioso di questa proposta "black" del Cinematic Universe.


A casa tutti bene
La crème de la crème del cinema italiano!Certa un pò avariata,magari...


Lazyfish: Di Muccino ho visto 2 film in vita mia: "L'ultimo bacio", che mi aveva fatto davvero schifo, e "Sette anime", che invece mi era piaciuto molto. "A casa tutti bene" sfoggia un cast discreto, sembra ben fatto e potrei recuperarlo prima o poi, anche se la lista di film italiani da vedere senza il mio lui (che li detesta) è tanto lunga che, per darvi un'idea, non ho manco visto "Perfetti sconosciuti", ancora. Questo trabocca di paturnie relative alla famiglia che non so se ho la forza di affrontare, in questo momento.
Cannibal Kid: Pure in questo caso opinione opposta rispetto a quella di Lazyfish, che oggi sembra rivelarsi la mia nuova nemesi peggio di Ford. L'ultimo bacio era esagerato, troppo urlato e corso dai suoi personaggi, però all'epoca dell'uscita mi era sembrato una piacevole boccata d'aria fresca per il cinema italiano che allora doveva ancora risorgere. Sette anime invece era una stronzat**a di proporzioni galattiche che non a caso ha rischiato di mettere fine alla carriera hollywoodiana di Muccino, e non solo hollywoodiana.
Ma poi non hai mai visto lo splendido Perfetti sconosciuti?
Corri subito a recuperarlo, Mela, che un bel film al giorno toglie il Ford di torno.
Ford: di Muccino apprezzai, ai tempi, soltanto il genuino - del resto allora era ancora praticamente uno sconosciuto - Come te nessuno mai, finendo per detestare gradualmente tutta la sua produzione successiva, culminata con merdate atomiche uscite negli States, tra le quali, a malincuore dovendo dare ragione a Cannibal, metto Sette anime, una roba che mi fece, ai tempi, vomitare anche le budella.
Sinceramente, di recuperare quest'ennesimo ritorno della fine degli anni novanta con Accorsi e compagnia non ho proprio alcuna voglia.

Hannah
In questo film mi spoglio!Adesso sì che non vedete l'ora di venire al cinema,eh?

Lazyfish: Produzione Italo-franco-belga, "Hannah" vede protagonista un'anziana Charlotte Rampling, col marito in prigione, il figlio che la odia e, come dire, mi ha stracciato le palle già dal trailer. Già i film con protagonisti vecchi mi fanno tristezza ed un po' ansia, aggiungiamoci che la storia non è proprio un'allegria... me lo risparmierò supervolentieri.
Cannibal Kid: Ooh, finalmente. Qui sì che siamo sulla stessa lunghezza d'onda! Abbasso i film sui vecchi, abbasso i vecchi, e quindi abbasso Ford!
Ford: i film sui vecchi funzionano se si parla di Expendables o Gran Torino, ma in questo caso prevedo una rottura di palle radical che non riuscirebbe ad immaginare neppure il mio nemico Cannibal. Cinque alto dunque a Lazyfish ed approvazione per la bocciatura.


Hostages
Belli de mamma.Sarà il casting o son tutti così bruttini i georgiani?

Lazyfish: Tratto da un tragico fatto vero accaduto nella Georgia russa negli anni '80, "Hostages" potrebbe essere un thriller niente male e ben recitato, malgrado l'aspetto squallidino e la povertà (di mezzi cinematografici) generica che emana il trailer che lo riguarda. Credo finirà anche questo nella lista degli eventuali recuperi in home video, con tutta la calma del caso. Eventualmente vedrò prima cosa ne dicono i miei blogger di fiducia (no, non ho detto Cannibal e Ford).
Cannibal Kid: Tipico mattonazzo russo buono giusto per l'autore di White Russian, o potenziale sorpresa internazionale della settimana?
Credo che aspetterò il giudizio di qualcuno che ne capisce davvero di cinema...
Peccato che, a parte me, non mi venga in mente proprio nessun altro.
Ford: questo thriller ad ambientazione sovietica potrebbe essere una buona scusa per una serata a base di White Russian - come se ne avessi bisogno - o per un ritorno alla guerra tutt'altro che fredda con Cannibal, eppure non riesco ad essere ispirato rispetto al recupero. Sarà l'influenza del Pescepigro o della pigrizia di Cannibal?

San Valentino Stories
Questa stronzata di Cupido che è nato a Napoli sarei tanto curiosa di sapere
da dove l'hanno tirata fuori...anzi, preferisco non saperlo.

Lazyfish: "San Valentino Stories" è un film ad episodi (ma non erano passati di moda almeno 30 anni fa?) ,di ambientazione/produzione/protagonisti partenopei, perchè, come recita il flano, "Cupido è nato a Napoli". Sì, vabbè, parliamoci chiaro: ho visto il trailer, che mostra solo scene non parlate, ma io, oltre alla colonna sonora del promo, che consta di una canzone strappacuore, già vi sento abbaiare, cari protagonisti supersconosciuti di questo filmetto, e quindi mi terrò ben lontana da qualsiasi cosa vi riguardi.
Cannibal Kid: Chiudiamo questo appuntamento di San Valentino con una nota positiva. No, non intendo quelle del trailer inascoltabile, oltre che inguardabile, di questa pellicola neomelodica a episodi che non credo vedrò mai nemmeno sotto tortura. A meno che l'alternativa non sia un concerto di Gigi D'Alessio. Intendo perché almeno su questo “film” torno ad andare d'ammore e d'accordo con Lazyfish. E credo che pure Ford in questo caso sarà sulla nostra stessa lunghezza d'onda. Un piccolo miracolo di San Valentino?
Ford: miracolo di chiusura di San Valentino, perfetto per questa rubrica ormai definitivamente a tre, la stroncatura il più pesante possibile di questa roba, talmente indigesta da farmi rivalutare perfino le peggiori proposte radical di Cannibal Chic. Personalmente, credo potrebbe farmi lo stesso effetto di un concerto di D'Alessio. E credetemi, non sarebbe bello da vedere.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...