martedì 7 marzo 2017

I libri che ho letto nel 2016 :) - Books i've read in 2016




In ordine più o meno sparso,ed assolutamente non cronologico:
Cominciamo,qui sopra,con un romanzo ucronico di Philip Dick,"La svastica sul sole",da cui Amazon ha tratto la sua serie TV "the man in high castle",dove si ipotizza che tedeschi e giapponesi abbiano vinto la seconda guerra mondiale,e si sìano spartiti quelli che una volta erano gli stati uniti d'America.
La serie TV mi aveva un pò annoiato,ma il libro invece mi è piaciuto molto,anche se alla fine ci sono certe cose che restano un pò in sospeso,il che mi è seccato un pochino XD
Se volete approfondire il concetto di ucronia,cliccate qui ;)
Ho trovato la maniera di scrivere di Dick molto interessante,voglio leggere molte altre cose sue!!!


"Che tu sìa per me il coltello",di David Grossman,era nella lista dei libri che volevo leggere da anni.Un amore platonico ed epistolare tormentato,visto in maniera quasi unilaterale visto che,per quasi tutto il libro,noi leggiamo solo le lettere che lui scrive a lei,dalle quali si evince ciò che sta nelle di lei lettere dalle risposte che lui gli dà...devo dire che mi è piaciuto,ma l'ho trovato un pò fastidioso,ci sono delle situazioni riguardanti lei che appesantiscono l'atmosfera,e poi lui,il protagonista,è strano forte e pesantino.
Niente a che vedere con gli Emmi e Leo di "Le ho mai raccontato del vento del nord" <3







Ebook di Alessandro Apreda,aka Dottor Manhattan,scaricato gratis dal suo blog(sidebar a destra cliccando qui),raccolta di bei raccontini molto nerd fatta fuori in pochissimo ;)


Altro classico letto nel 16,Robert Louis Stevenson,"Lo strano caso del dr Jekyll e mr Hyde",interessantissima riflessione sulla natura umana,e sulla necessità che spesso si presenta,per vivere nella società,di nascondere parte del proprio sè,per adattarsi alle leggi dell'uomo e ad un modus vivendi considerato accettabile.Anche qui un modo di scrivere che mi ha davvero appassionato,prevedo ulteriori recuperi,come ad esempio "l'Isola del tesoro".


Secondo ebook(alla fine mi piace sempre di più la carta) letto l'anno scorso,"il pippistrello"di Jo Nesbo(in inglese perchè così me lo sono ritrovato),cui ha fatto seguito,mesi dopo,"Scarafaggi.


Sono i primi due libri della saga di Harry Hole,il suo personaggio più famoso,detective norvegese che viene spedito in Australia(nel primo) e Thailandia(nel secondo),per indagare sugli omicidi di due suoi connazionali.
Dei personaggi veramente vivi e umani,ed una scrittura avvincentissima.
Io di Nesbo sono innamorata e voglio leggere tutto.
Piano piano!


La biografia della vera Piper,protagonista della serie TV "Orange is the new black",fa capire come la serie tv zuccheri molto la condizione in cui si trovano le detenute nelle carceri femminili statunitensi.Un libro davvero molto interessante,specialmente se come me siete fan dello show,già rinnovato per altre 3 stagioni ^^


Quest'anno passato ho letto un sacco di fumetti!
Civil war,della Marvel,che mi è piaciuto(ovvio),ma ha delle cose che,per una marvelliana di vecchia data come me,suonano stranissime...tipo Thor non è più lui,ma un clone/robot fatto da Reed Richards,per esempio.Ouch.


Laura Mango,"i dolori della giovane libraia",non so se faccia ridere tanto anche voi che non lavorate in libreria,ma per un'addetta ai lavori come me,è stato davvero spassosissimo leggere le vignette che già avevo adorato sul suo blog!
Ecco,la piccola nota dolente è che,se già avete letto il suo blog assiduamente,come faccio io,tante di queste vignette le avete già lette,il che non è il massimo :(


Leo Ortolani,"Il buio in sala",ovvero mini-recensioni di film in chiave fumettosa.Certe a ridere fino alle lacrime,certe carine,certe un pò meh,alla fine mi è piaciucchiato,ma non di più.


Le vignette di Sarah Andersen sono dappertutto se bazzicate nei social,questo "Crescere,che palle" fotografa una quantità di situazioni in cui mi sono ritrovata,mi ha fatto ridere e sorridere parecchio :)


Ho lasciato per ultimo Zerocalcare perchè è il mio preferito fra i fumetti di quest'anno,è riuscito a tirare fuori un fumetto,tratto dalla sua esperienza in mediooriente,in cui cerca di spiegare anche a chi non capisce un cacchio di che stìa succedendo da quelle parti(tipo me),come sìa la situazione,senza schierarsi eccessivamente,senza andare sul politico forte,ma con la semplicità di chi vuole solo darti gli strumenti per capire.Un fumetto che ti fa commuovere,incazzare,pure sorridere...bravissimo Zero.
Tanto love anche qua,io di lui ho letto tutto e conto di continuare!

Veniamo ora agli abbandonati dell'anno,per motivi opposti:


Sophie Kinsella,"I love shopping con mia sorella":la protagonista mi è stata sulle balle dalla prima pagina.Una gallina insopportabile che sprizza stupidità e quanto di peggio in termini di idiozia possa voler dire essere donna.
Ho resistito credo una trentina di pagine,prima di decidere che non poteva interessarmi meno il destino di quel personaggio.Adios.
Buttato nel cestino delle cose che fanno male al cervello XD


Il mio cervellino biondo, invece,non è riuscito ad ingranare col "Principe" di Machiavelli,scritto in italiano antico(1513) e riguardante argomenti di politica del'epoca.ZZZZ...ZZZZ...lo so sono una capra ignorante,ritenterò con la filosofia con qualcosa di più moderno ed abbordabile ;)

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Avete letto qualcuno di questi libri,o altre cose degli stessi autori?
Vi sono piaciuti???
Raccontatemelo nei commenti!!!


14 commenti:

  1. Kobane Calling è sempre lì, che mi guarda. Non ho il coraggio di aprirlo, davvero. So già che serve tempo e testa che non ho per leggerlo al meglio, speriamo di riuscire quest'anno. CineMAH invece mi ha divertito tantissimo, vorrei essere in grado di parlare di cinema come fa Leo <3

    Machiavelli... ma perché XDXD Mi sono bastati dei brani dall'antologia delle superiori per sapere che non lo avrei mai più riletto, per quanto sia comunque interessante, mentre invece Stevenson tanta roba :)

    Dovrei tenere conto un po' anche io di quello che leggo nell'anno, ricordo solo che tra fine dicembre e gennaio mi sono sparata in sequenza TUTTI i tredici libri de Una serie di sfortunati eventi in inglese, che prima ho sviluppato un'insana passione per Robert "inrealtàsonoJKRowling" Galbraith mentre ora sto "ripassando" la trilogia di Mr.Mercedes per leggere finalmente l'ultimo capitolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tredici libri fra dicembre e gennaio?Quante pagine hanno,5 ciascuno? XD XD XD
      Kobane calling leggilo subito perchè è bellissimo!
      Machiavelli l'ho ricevuto in regalo con tutto il blocco di classici N.Compton che ho letto l'altr'anno,c'ho provato ma è davvero un mattone!
      Cmq i brani delle antologie scolastiche spesso ingannano,io affascinata dagli estratti della "Metamorfosi" di Kafka mi imbarcai nella lettura de "Il processo",a tutt'oggi imbattuto come libro più pesante che abbia mai letto,e con un finale che MIODDIO proprio!
      Adesso sto leggendo "Orgoglio e pregiudizio,ma mi sta già rovinando la media del 2017,sono a tre quarti ed ho cominciato a leggerlo a dicembre '16...il fatto è che è un pacco e non mi fa voglia di andare avanti lol!Ma ho fatto una specie di scommessa/promessa con/alla mia collega,e DEVO finirlo...

      Elimina
    2. Più o meno duecento l'uno, ma sono pagine piccole :P
      Il processo e Orgoglio e Pregiudizio li avevo letti alle superiori/università mi pare e mi erano piaciuti entrambi. Ma d'altronde all'epoca avevo un sacco di tempo in più e anche la testa per leggere cose un po' più "pese", adesso riesco solo la sera prima di andare a dormire quindi credo che almeno Il processo mi ucciderebbe :(
      Finito O&P ti consiglio di leggerti la versione zombie è molto carina!

      Elimina
    3. Per l'amordiddio no grazie,non voglio mai più leggere in vita mia nulla che abbia neppure molto lontanamente a che fare con la Austen XD
      Mi butto su Thomas Winslow del buon Jack,ho bisogno di qualcosa più nelle mie corde adesso!

      Elimina
  2. Ho sempre avuto dei bei voti in letteratura ed italiano ma il "Principe" di Machiavelli, alle superiori, non sono riuscita a mandarlo giù, è troppo pesante! Alle superiori, per inglese, ho letto anche Dottor Jekyll e Mr. Hyde, quello mi è piaciuto!😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero un boccone difficile da digerire,il Machia XD

      Elimina
  3. Io, più che di Nesbø, sono innamorata di Harry Hole, e sono ovviamente in astinenza da due anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io pure di Olav <3 il protagonista di Sangue e neve e Sole di mezzanotte!

      Elimina
  4. Anche io qualche settimana fa ho pubblicato un post sulle mie letture del 2016 e mi fa piacere ritrovare lo stesso anche su altri blog. Tra i libri menzionati ho letto soltanto "Che tu sia per me il coltello", che ho trovato piuttosto faticoso. Sono felice di vedere che ci sono anche alcune graphic novel, è un genere che amo molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son passata a trovarti ;)
      Sì questo Grossman l'ho trovato un pò faticoso anch'io ma più che altro perchè il protagonista è proprio un mattone sulle palle,lui le sue paturnie e le sue pippe mentali,lei con questo figlio così, altra pesantumia...e poi la fine?Mah.
      Però è scritto bene,magari leggerò altre cose sue :)

      Elimina
  5. Piccola divagazione. Da quando mi hanno regalato il kobo, ho aumentato in maniera esponenziale i libri che leggo. Io, che ho sempre preferito la carta, devo dire di aver ceduto alla comodità del digitale. I libri però ai quali sono più affezionata li ho in entrambe le versioni :P
    Detto questo, l'unico libro che ho letto tra i tuoi, è quello di Stevenson e ti consiglio caldamente l'isola del tesoro, che è uno dei miei preferiti. Mi segno invece la biografia di Piper...non pensavo che la serie fosse tratta da una storia reale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La biografia è molto bella,mi dispiace averla già data via,sennò te la spedivo ;)
      Stevenson mi rivedrà presto,al digitale invece non riesco ad appassionarmi.
      Ho due pile di libri da leggere,una di carta ed una virtuale,ed alla fine pesco sempre prima da quella di carta,mi dico che è per fare spazio,ma credo sìa anche la componente psicofisica,a me il libro piace tenerlo in mano,annusarlo,sfogliarlo.L'ebook non mi dà soddisfazione!

      Elimina
  6. Interesting post my dear, thank you for sharing :-)

    RispondiElimina

Non leggere solo,dimmi come la pensi :D
Don't just read,tell me what you think about it!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...