lunedì 1 gennaio 2018

Alieni, atipici, sangue, divinità, supereroi e cose ancora più strane...serie TV autunnali(e recuperi tardivissimi) Netflix e non solo.

Rieccomi con una nuova infornata di serie TV viste di recente!
Ve ne parlo nell'ordine in cui le ho viste,anche se alcune sono cose che ho recuperato ben dopo la loro uscita.


 

 La prima è decisamente rappresentativa in quel senso;uscita a fine 2015, sono venuta a conoscenza della sua esistenza solo di recente, e subito ho voluto recuperarla, all'urlo di "you had me at Charles Dance"!Il britannico dall'aria autorevole e la voce sexy che interpreta Tywinn Lannister in Game of thrones, praticamente, che qui interpreta un alieno che, con la sua razza, sbarca sulla terra per, dicono, aiutare gli umani a risolvere i loro problemi e conflittualità.Ma sarà proprio così?

La mini serie dura solo 3 puntate, e devo dire purtroppo perchè, in un mondo di serie di 15 puntate dove non succede una ceppa, qui di carne al fuoco se ne mette parecchia, ma alla fine si è obbligati a tirarle via mezza cruda(a me non spiacerebbe, ma diciamo che è pollo e non è il caso); cose che avrebbero potuto trarre vantaggio da un accumulo dell'hype più sostanzioso, come ad esempio il vero aspetto degli alieni, tenuto nascosto all'inizio per non sconvolgere gli umani, ma rivelato alla fine comunque presto, visto che abbiamo solo 3 episodi, pur se lunghetti!
Sul vero aspetto degli alieni devo dire che è un'idea che mi è piaciuta da matti, anche perchè fa pensare al fatto che probabilmente erano già venuti in passato, essendo presenti in parecchie raffigurazioni anche vecchie di secoli...
Tratta da un vecchio romanzo di Arthur C.Clarke, autore con Kubrick anche della sceneggiatura di 2001:odissea nello spazio, viene adattato da Syfy con un risultato più che apprezzabile,sebbene non manchino i difetti;la recitazione è un pò disomogenea, abbiamo mostri sacri come Dance,attore anche di teatro e cinema,e il Dale Barbara(Mike Vogel) di Under the dome come protagonista,che per me è abbastanza un carciofo, come attore;ed anche lo storytelling come dicevo fa un pò acqua, tante cose rimangono nell'ombra per quest'aria di "presto presto dobbiamo chiudere", con qualche episodio in più si sarebbe potuto dare più respiro al tutto.
Comunque mi è piaciuta! 



Vista praticamente all'uscita, spentolando, la serie segue le peripezie di Sam, un 18enne con disturbi dello spettro dell'autismo(un ottimo Keil Gilchrist), mentre cerca di condurre una vita più o meno normale, con l'aiuto della famiglia, della sua terapista e del mitico amico/collega Zahid, prezioso dispensatore di consigli riguardo il rapporto col gentil sesso.
Già perchè il nostro, malgrado le difficoltà nel comprendere i comportamenti altrui, foriere di parecchi dei momenti più buffi del telefilm, ed il suo essere "senza filtro", particolarmente spinoso in quei momenti in cui farebbe meglio una bella bugia che una brutta verità, riesce anche a trovarsi una ragazza che si innamora di lui e lo capisce.Il tutto è raccontato con tono leggero, per tutta la serie tranne l'ultima puntata, in cui Sam ha una brutta crisi e ci si rende conto che sì, la serie fa ridere, ma la situazione di chi soffre di questi disturbi è tutt'altro che divertente :/ brava anche la Jennifer Jason Leigh, che interpreta la mamma di Sam, tanto abituata a proteggere il suo bambino speciale, da non riuscire a metabolizzare il fatto che non sìa più tanto un bambino.
Bella,fresca,particolare.



Sgombriamo subito il campo:
SI',questa serie è stata creata per un target di pippaioli sedicenni, a cui mostrare culi, tette, gore, corse di macchine e tamarrate a pioggia come se non ci fosse un domani.
NO non ha nessun spessore culturale o gran performance recitative(tranne una strepitosa eccezione)
OVVIAMENTE ce la siamo stragoduta!!!

Girata alla grindhouse, ovvero con lo stile di quelle pellicole anni 70 a basso costo che venivano spesso proiettate a due a due nei cinema, questa serie parla di una gara di automobili che, in un futuro in cui la benzina e l'acqua sono diventate entrambe ipercare, vanno a sangue.
Sì, sangue umano,che viene inserito nell'automobile mediante 
una specie di macinapersone presente nel cofano.

Suona abbastanza fuori di testa?

E' perchè tutta la serie lo è, e va guardata con la testa scevra da snobismi artistici di qualsiasi tipo: birra, popcorn, rutto libero e voglia di divertirsi e lasciare fuori i pensieri.
La regia è molto bella, e sebbene la recitazione sìa di qualità media(spesso mediobassa), io ne avrei guardate altre 100 puntate solo per un grandissimo personaggio, ovvero Slink, il mastro cerimoniere che ha il volto di Colin Cunningham, meglio conosciuto come il Pope di Falling Skies;abbiamo visto la serie in originale e la sua parte, a 360°, l'ho trovata STRE-PI-TO-SA!
Sia per quanto riguarda la scrittura del personaggio, sia per quel che concerne la recitazione.
Purtroppo io l'ho vista recentemente, mesi dopo che la sua morte prematura era già stata decisa...cmq la serie è godibile anche da sola, è piena di idee belle ed io vi consiglio, se vi piace ad esempio Ash vs evil dead, di non farvela scappare!
I'll miss u, Slink!




Avevo cominciato a guardarla per arenarmi dopo 3 puntate circa;la trovavo troppo lenta, verbosa, sopratutto nelle parti con protagonisti Shadow e Mr. Wednesday, scene solitamente commentate, come colonna sonora, da una specie di jazz freddo che non ha smesso di urtarmi fino all'ultima puntata.
Sono contenta però, dopo aver letto il bellissimo libro da cui è tratta la serie, di averla ripresa e finita.Nelle puntate successive i personaggi sulla scacchiera cominciano ad essere molti di più, la storia si fa più interessante e, soprattutto nelle scene con protagonisti i "nuovi dei", vivace.Fra questi spicca una camaleontica Gillian Anderson, vestita ora da David Bowie, ora da Marilyn Monroe etc etc(interpreta Media).


Nel cast anche Pablo Schreiber (Pornstache in Orange is the new black) che interpreta Mad Sweeney, Ian MacShane nella parte di Mr.Wednesday/Odino, ed il mio adorato Peter Stormare che veste i panni di Czernobog.
La serie è ricca di immagini davvero potenti, di una drammaticità Caravaggesca, e devo dire l'ho rivalutata talmente tanto, che quasi quasi farei un rewatch totale della prima stagione, in attesa della seconda che arriverà nel 2018.


Se anche voi l'aveste vista, ed avreste voglia di approfondire i riferimenti mitologici in essa contenuti,consiglio di guardare l'interessante video qui sopra!



Di Stranger things mi sono innamorata con la sua prima stagione, l'anno scorso, e anche stavolta, anche se il cuore non batte più come ai nostri primi appuntamenti, non mi ha deluso.Certo molte dinamiche sono diverse, alcune mi sono piaciute di più, altre di meno, ma nel complesso anche questa seconda stagione, a casa nostra, è andata divorata in men che non si dica.Bellissimo il rapporto fra 11 e lo sceriffo Hopper, che la nasconde e funge per lei da figura paterna, bella la figura di Steve che, da belloccio smidollato, si trasforma nell'eroe che difende i ragazzini dai demo-dogs a colpi di mazza chiodata, e bello anche il coming-of-age di 11, che passa attraverso la famigerata settima puntata, tanto bistrattata dai più ma che io ho molto apprezzato, proprio perchè getta le basi per ampliare l'universo di ST in maniera esponenziale.
I momenti memorabili di questa stagione non si contano, ma ricorderò particolarmente il ballo di fine anno, che mi ha fatto versare lacrimucce di tenerezza per Dustin, lo sbocciare dell'amore fra Jonathan e Nancy(divertentissima la scena un pò da film anni '50-60) l'epica scena della chiusura del portale  da parte di 11.

Nuovi personaggi sono stati introdotti, come gli interessanti Max e suo fratellastro Billy (<3), staremo a vedere cosa succederà nelle prossime due, già confermate, stagioni!





Non sono mai stata una superfan del Punitore come fumetto, e, dopo la delusione di Defenders (ve ne parlavo qui), partivo prevenutissima, nei confronti di questa nuova marvellata Netflix.
Devo dire che, malgrado una certa lentezza nei primi episodi, sono stata conquistata da questa versione di Frank Castle, che nei precedenti film tratti dal fumetto era stato più o meno bistrattato, fatto salvo forse in War Zone; Jon Bernthal (lo Shane di The walking dead) ha fatto un lavoro meraviglioso nel rendere la personalità spezzata di un uomo che ha perso tutto, e lotta per trovare verità e vendetta.Nel cast anche Ben Barnes, già visto di recente in Westworld e famoso sopratutto come il principe Caspian di Narnia, e Deborah Ann Woll, che riprende la parte di Karen come in Daredevil.
Bella storia, ben scritta, ben diretta, ben recitata.
Un prodotto davvero solido.
Aspettiamo la seconda stagione!!!



Avete visto queste serie?Le conoscevate?Vi sono piaciute???
Fatemelo sapere qua sotto!!!!

Buon 2018 a tutti :)





sabato 2 dicembre 2017

Capelli di tutti i colori + Heavy rotation autunnale,ovvero Settembre,Ottobre ma buttiamoci pure dentro Novembre!


Credo di non aver mai impiegato tanto tempo per scrivere un post, a parte le tante foto(+ foto=più tempo), sto dietro a questa bozza da quasi 3 settimane, qua ultimamente la situazione è un macello, fatto sta che, ora che finalmente riesco a scrivere il post bimestrale, è passato pure novembre,ed i mesi
 sono diventati 3 XD
Fate pipì,prendete una bibita,insomma stavolta MEGAPOST!

Ho messo in uso questa megatrousse della Front cover che avevo ricevuto in beauty adoption un po' di tempo fa, vicino ad essa vedete il
Kiko colour sphere 34, una scatolina che dovrebbe contenere il pigmento MAC Frost(dico dovrebbe perchè l'ho preso su EBAY come sample,e chi mi garantisce cosa c'è dentro?);sotto c'è la solita base UDPP(che dovrei sbrigarmi a finire), un Kiko eyetech verde acido, e un eyeliner cangiante estratto dalla trousse che cambia un pò colore a seconda della luce,un pò viola un pò verde un pò rosa.Molto carino ma un po' asciuttino...

Qui sotto un po' di foto dell'interno della scatola: 


questi qui sopra sono i miei preferiti,sopratutto Redfern.


Di questi ho apprezzato molto Thundersky purple,viene un pò marrone/violaceo, mi ricorda quei pennarelli che ti trovavi nei set da piccola, pensavi di poterci fare i tronchi degli alberi, ed invece erano dei viola travestiti, e l'albero sembrava avesse una brutta malattia della corteccia XD 
Anche l'oro in crema non è affatto male,i tre a sinistra li ho provati appena.


Per il trucco del viso,ho continuato ad utilizzare la crema colorata Erbolario, poca alla volta perchè, come vi dicevo, altrimenti si ossida, con le ore, e diventa troppo scura, per me.Per fissarla ed aumentare l'effetto coprente, ho utilizzato la cipria Get picture ready di Essence,trovo che svolga il suo lavoro egregiamente;la ricomprerò senz'altro.
Continuo a sfruttare l'ombretto rosa di Elizabeth Arden come blush, mi piace sempre molto l'illuminante di Revolution, e la terra della palette viso W7 comincia ad agonizzare.Mi resta il blush pescarancio,che temo dovrò aspettare di sfruttare in estate(sono tornata pallida e per me è davvero forte)


Ho inaugurato il mascara della Organic wear, (qui vedete lo spazzolino)devo dire che non mi impressionato affatto.D'accordo che vengo dal Doll eyes(recensione qui),ma questo è davvero poveretto.Viene sottilino,con le ore sparisce, ok è naturale, volevo provarlo per quello, ma non lo riprenderò,una volta finito. Secondo mascara inaugurato il Mega Volume Hippie di l'Oreal, risultato decisamente migliore, e poi pagato 5 euro in megapromo, yeeah!
Tanto odio solo per la colla dell'antitaccheggio, che non viene vìa :/
A destra il Full coverage di Kiko, vicino all'eyeliner Body shop che comincia ad essere secchino;a sinistra in basso, le matite Ebano di Neve e Layla 21 per labbra, Perfettina di Neve,un kajal verde chiaro di l'Oreal, un Khol nero sempre di l'Oreal.


Come rossetti i più usati sono stati il MAC Retro matte Kabuki magic in Fallen angel, il matitone Super saturated di Urban Decay in Big Bang, Saint Germain di MAC, Essence Matt matt matt 03 ed un rossetto rosso Clarins, il 716.


Veniamo alle foto dei look, così vi racconto anche le mie peripezie tricologiche degli ultimi mesi;qui sopra potete vedere Redfern, Fudge e Black Jack.Volevo fare l'halo smokey che c'è sulla scatola, ma dopo il primo tentativo, dove l'avevo riprodotto pari pari, ho visto che mi piaceva di più non chiudere il rosso col nero in alto, ma lasciare il colore così,aperto in alto e sfumato.Base UDPP su tutto l'occhio,sulla palpebra mobile ho aggiunto un pò di matita nera sfumata,prima degli ombretti.


Sulle labbra Fallen angel, che, sarò impedita io, mi ha dato qualche problema per avere una copertura omogenea, al pari della tinta HD di Inglot, di colore simile, che ho comprato l'anno scorso.


I capelli erano quasi completamente biondi(a parte qualche ciocchina verdolina residua di un passaggio di Crazy color in Bubblegum blue fatto in estate), ma rovinatelli ed un pò noiosi, almeno per me che non ho mai pace...
Qui sugli occhi ho l'Eyetech di Kiko, sfumato col nero opaco, sotto la sopracciglia Frost, sulle labbra Jinx di Lime Crime!



Dell'unico look con l'oro, purtroppo ho solo la foto instagrammata,qui si vedono bene le sfumature dei capelli.


Una cosa tranquillina, sempre Fudge e Black Jack, con Frost sotto la sopracciglia e Redfern sfumato nella piega.
Sulle labbra ho utilizzato il rossetto Essence, bordandolo con la matita borgogna per dargli un pelo di carattere in più.
Foto della faccia intera non ne è venuta decente una, ma dai prossimi post la qualità fotografica dovrebbe migliorare parecchio yeeeeeah!
(purtroppo la faccia è sempre quella,anzi sempre più stagionata,ma almeno la reflex sarà nuova <3 <3 <3)



Veniamo ora al discorso capelli:purtroppo li decoloro da anni, e non ho la disponibilità economica per utilizzare con regolarità megaprodotti ristrutturanti fighissimi, quindi, ovviamente, hanno cominciato a spezzarsi.
Costretta dagli eventi,mi son detta tingiamoli e, approfittando delle lunghezze decolorate, volevo fare qualcosa di strano. La foto qui sotto è quella che ho portato per spiegazione di quel che volevo, i cosiddetti Fire Hair(assieme ad un' altra dozzina bocciate dalla parru perchè, diceva, non si potevano fare) .
La foto qui sopra è come sono venuti.
Sulle somiglianze,lascio giudicare a voi...


Appena fatti, vi dirò, non è che mi spiacessero,anche se io volevo che il biondo rimanesse sulle lunghezze,e vicino alla base scura volevo più un colore forte,in modo che si fondesse meglio con lo scuro dei miei...



qui avevo il rossetto Clarins bordato di matita porpora e con un pò di ombretto arancio picchettato sopra.Ho dovuto anche tagliare i capelli parecchio-sigh!



Cmq il problema principale di questo colore è che non è durato un tubo.
Qui mi vedete dopo il primo shampoo, sono diventata la nonna grassa di Milla Jovovich nel 5to elemento.Sulle labbra il rossetto Matt matt matt.


Non ho fatto in tempo a dire "dài li tengo arancioni un pò,mi abituerò!", che, allo shampoo successivo, sono diventati biondi a macchie salmone.
 SAL-MO-NEEEEE!(chi si ricorda lo spot dei tortellini?)
Il trucco è realizzato con la Naked heat di Urban decay, di cui vi parlerò presto perchè è fighissima <3 sulle labbra la matita nera di l'Oreal.


Ora, a parte l'esborso monetario buttato nel cesso, sinceramente mi dispiaceva anche che tutto il lavoro fatto dalla parru andasse sprecato;la tinta che mi aveva fatto prevedeva 3 colori spalmati su ciocche separate, tutte chiuse nella stagnola:rosso, arancio, arancio chiaro(ma nei fire hair non c'era il biondo?vabbè, io mi affido alla professionista!)  
Alla fine un sacco di suo lavoro sprecato :/

Insomma mi sono rivolta con gentilezza al salone facendo presente l'accaduto, e loro gentilmente mi hanno rifatto il lavoro gratis;stavolta abbiamo scelto un magenta con una punta di viola, che ammazzasse il giallo una volta per tutte.
Prima mi hanno fatto un trattamento con uno shampoo che, mi hanno detto, serviva a rimuovere dai miei capelli gli strati di prodotti laminanti usati per rendere i miei capelli presentabili (ad es. l'Olio meraviglioso di Garnier) , e renderli quindi più ricettivi al colore.

MACCERTO.

La verità è che, anche stavolta, non sono durati granchè.

Alla mia domanda,"ma come mai la l'Oreal Colorista mi ha lasciato i capelli colorati per mesi, e questa tinta, PROFESSIONALE, è durata 3 shampi in croce?"mi han fatto dei bei discorsi sul fatto che le tinte casalingo/poracce sono tipo pennarelli indelebili, allora sì colorano il capello, ma queste sono tintetrattamento meravigliose e bla bla.....

SI' OK MA IO I SOLDI PER VENIRE QUI OGNI 3 SHAMPI MICA CE LI HO!


Dopo il primo shampoo, han buttato sul rosa.
Mi piacevano moltissimo!
Anche se erano subito molto più opachi di quando appena fatti.
Sulle labbra l'eyeliner cangiante, sugli occhi una base di Double glam Kiko, con sopra l'Eyetech verde ed un pò di ombretto pervinca opaco.
Le sopracciglia le ho fatte con  la matita Layla per labbra!
Quelli che sbucano sopra sono i miei capelli bianchi e anche se sarebbe facile,preferisco non fotosciopparli...

Tanto lo sapete, che sono la vostra vecchia zia che si diverte a pitturarsi la faccia! XD 


Ombretto verde,non ne ho mai abbastanza! <3 


Sì lo so sono un pò troppo sottiline,sto cercando di perdere il vizio, giuro!


Che poi i capelli bianchi sono quasi tutti davanti, maledetti XD
Sto facendo un pò di colori strani perchè, mi dicono, si usa tenere la striscia scura, con essi;cerco di lasciarli in pace almeno fino a fine anno,ma ovviamente la sola cosa che vorrei fare è andare a decolorali e basta... i capelli biondi mi mancano già!


Secondo shampoo, rosa confetto.
Bellissimi ma sapevo che non sarebbero durati molto :( 


Sulle labbra Saint Germain su base viola scuro, sulla palpebra mobile 
l' eyeliner cangiante usato come ombretto in crema, sotto la sopracciglia Frost, e un pò di ombretto tortora nella piega.


Sopracciglia un pò meno filiformi, sempre con la Layla per labbra.


Terzo shampoo,praticamente biondi con qualche ciocca rosata.


Sulla palpebra Thundersky purple, assieme ad un pò di Frost e matita nera sfumata verso l'alto e dentro l'occhio.


Chiudo il megapost con i morti del mese:il contorno occhi della Cien(li vendono al LIDL, costano pochissimo e a me è piaciuto molto), il top coat della Kiko, prepensionato perchè si era seccato e, dopo l'aggiunta di qualche goccia di collirio, è diventato gommoso;kajal marrone Deborah e Contourmania di Neve;cipria trasparente di Kryolan, e campioncino di fondotinta Puro bio, aveva un odore discreto,ma l'ho trovato duro da stendere, e si seccava piuttosto velocemente,evidenziando pori e rughette.Direi bocciatissimo, se non fosse che faceva parte di un Giveaway che ho vinto tempo fa,di cui facevano parte anche  altre cose che sembravano un pò vecchiotte.
Forse il campioncino era semplicemente un pò "stagionato"!!! 


A novembre ho finito anche il mitico Doll Eyes, la Double Glam di Kiko, una matita labbra borgogna della Roche-Posay.


Finito anche lo struccante Cien, sempre preso al LIDL, non lo posso consigliare come struccante unico(la roba waterproof col cavolo che la toglie bene), ma come struccante aggiuntivo per togliere i trucchi leggeri di ogni giorno,va benissimo!Ha una specie di pompettina dosatrice, piuttosto comoda per evitare spandimenti accidentali;io ho tenuto a portata di mano il fido olio di cocco in ogni caso, per i trucchi più spessi e sopratutto,come dicevo,per i waterproof.

Anche per stavolta vi saluto,l'HR torna ad inizio Febbraio col bimestre Dicembre/Gennaio,nel frattempo vi ricordo di seguirmi su Instagram(link qui a lato nello slideshow) per vedere tuti i miei pasticci in tempo reale!(oltrechè vari gatti simpatici,cibi golosi e molto altro ^^)

Buon Dicembre a tutti,
Mel. 









martedì 31 ottobre 2017

Mascara Lancome Doll eyes - review


Ci sono prodotti che, come li finisci, vorresti correre a ricomprare, perchè sono talmente perfetti, che pensi di non poterti accontentare di nulla di meno.
E' esattamente quello che mi è successo con questo mascara Doll Eyes di Lancome, ed ora vi dettaglio il perchè è diventato il mio mascara preferito di sempre.

Già dalla prima apertura mi aveva stupito con il suo profumo di rose;io tendenzialmente ho mille allergie, e per me meno profumo sento in un cosmetico meglio è, essendo un elemento potenzialmente allergizzante, ma questo è un profumo delicato, buono, di rosa ma non stomacante ed esagerato come la boccetta di profumo che sta sul comò della nonna da 50 anni, piuttosto come camminare in un giardino e sentirne un profumo leggero, diffuso.


Lo spazzolino è perfetto.Io ovviamente sono una stracciona e gli ho fatto le foto 5 minuti prima che finisse, quindi forse lo vedete un pò strapazzato,comunque ha fatto il suo dovere fino alla fine in modo eccellente.La forma a cono pronunciato mette a disposizione una punta stretta perfetta per lavorare gli angoletti, una base più larga per infoltire, e quindi il risultato che si vuole ottenere è supermodulabile a seconda delle vostre esigenze.Fra l'altro le setole sono morbide e pettinano bene le ciglia, nulla a che vedere con le spazzole strette e dure del Bad Gal, per esempio...

La formula è stupenda.
Come dicevo, a seconda di come usate lo spazzolino, infoltisce, allunga, è abbondantemente stratificabile senza fare grumi, si può lavorare parecchio prima che si secchi, ed a proposito di grumi non ne ha fatto 
mezzo neppure a fine vita.
Applausi.


Queste prime due foto sono di una passatina veloce, quella che ti dài in velocità prima di uscire essendo già tardi ;)




Qui invece l0 vedete bello stratificato come piace a me ;)
C'è qualche ispessimento un pò esagerato alla base delle ciglia,ma era tipo l'ultima volta che lo mettevo prima  di diluirlo col collirio, quindi ci sta!
Sulla formula aggiungo anche che è facile da struccare e non "incolla" le ciglia, nel senso che anche mettendone parecchio,non si ha la sensazione di ciglia rigide,pesanti,incollate.Ad esempio io sono una fan del mascara YSL effet faux cils, nella versione NON waterproof, che mi faceva delle ciglia davvero incredibili, ma da struccare era un patimento perchè era impiastriccioso, e anche addosso era fastidiosetto perchè mi faceva le ciglia abbastanza rigide, cosa che mi succede, e detesto, di solito coi mascara waterproof.


Unici lati negativi,se li vogliamo trovare, è che non è affatto economico (€ 31,50 su Sephora, 25,95 su Parfumdreams), ma se lo chiedete a me li vale tutti, e che non è nè cruelty free nè bio (trovate l'elenco degli ingredienti qui).
Se siete sensibili a queste cose,non fa per voi!
Per risparmiare qualcosa sul prezzo vi conviene, a parte aspettare i benemeriti sconti di Sephora, cercare questi pacchetti combinati nelle profumerie, pagate lo stesso ma almeno vi prendete in omaggio, come è successo a me, una matita nera(che a casa non sta mai male ^^) ed un glossino...


(la foto l'ho recuperata dall' instagrammata dell'epoca,scusate)

E a voi piacciono i mascara Lancome?Li usate?
Secondo me sono i migliori!

Ciao ed alla prossima ;)


venerdì 29 settembre 2017

Supereroi,horror,narcotrafficanti e,sopratutto,GOT: serie tv viste ultimamente

winter is here

Rieccomi con un'infornata di serie che ho finito di guardare ultimamente,diciamo da Luglio in qua!

Parto subito con la più vecchia, ma anche la mia preferita(di sempre su tutte), ovvero Game of thrones.Chi mi segue sui social sa quanto rompa le balle sìa una vera fan della serie, e, malgrado le innegabili fregnaccie che hanno appestato questa settima stagione, c'è poco da fare, per me GOT è come la pizza o il sesso:anche quando non è eccellente, beh è sempre buona/o! A meno che non sia veramente pessima/o lol! Sorvoliamo sulla gestione bizzarra dei tempi, sulle incongruenze narrative e sui plot holes a pioggia, ed uniamoci assieme nella sofferenza che ci unisce nell'attesa della ottava-ahimè-ed ultima stagione.
Cersei ormai non la sopporto più,anche se ci ha servito certe scene di vendetta memorabili,sono contenta che finalmente anche Jamie sìa rinsavito,staremo a vedere chi finalmente conquisterà il trono di spade,però devo dire questa storia d'amore fra Jon e Dany la shippo zero proprio,io volevo Jorah che, guarito dalla pietrite, andasse da lei a fargli un discorsone coi contromazzi di quelli da storia delle serie tv,ed invece...baaaah!
Sì,questa stagione era un pò con l'accelleratore a tavoletta,ma siamo alla fine,ci sta,via.Meglio così che The walking dead,che mi fa decine di puntate coi personaggi che camminano nei boschi parlando del tempo!

Sulla stagione 7 di GOT vi invio a leggere il divertentissimo post di Pensieri Cannibali!


Non avevo visto Iron fist, perchè me ne parlava male talmente chiunque(amici,blogger, etc etc), ed il personaggio mi ispirava zero;idem per Luke Cage, Jessica Jones l'avevo guardata tutta ma mi aveva piuttosto annoiato, mi stava simpatica solo per l'attitudine scoglionata e l'amore per l'alcool, senza Tennant la serie sarebbe stata davvero una porcheria, lei che ha dei poterini del cavolo e manco li usa...ufff...(difatti la seconda stagione, se la fanno, non la guarderò).Defenders quindi l'ho guardato solo perchè avevo adorato Daredevil, che pure aveva un' ultima stagione non proprio esaltante, e non mi ha entusiasmato granchè;trama insulsa, personaggi poco convincenti, persino la Weaver,qui nei panni della villain, l'ho trovata piuttosto sottotono.Credo mi risparmierò la seconda stagione, se mai arriverà, nel 2020, come si dice.Per fortuna stanno facendo la terza di Daredevil!

Per un focus sui vari Defenders,vi invito a leggere questo post di Erica sul Bollalmanacco!


Avete presente Scientology e i Testimoni di Geova?nella serie the Path,con l'ottimo Aaron Paul di Breaking Bad, si segue la storia di un culto simile, con il protagonista che è dibattuto fra la sua fede e determinati accadimenti che lo porteranno a mettere in dubbio la stessa e a sconvolgere la sua esistenza.Lento ma avvincente, con momenti tesi e dinamiche psicologiche interessanti e spesso sconvolgenti, quando si pensa che sono tratte da comportamenti che vengono realmente messi in atto dagli adepti di determinate sette/movimenti/come li volete chiamare.
Non vedo l'ora di spararmi la seconda stagione,apparsa in questi giorni su Amazon TV,che avevo già usato per vedere la prima(l'abbonamento è gratis per chi ha Prime!)


Solo 6 puntate,il mio adorato Khal Drogo Jason Momoa, ed ecco che mi sono convinta a guardare Frontier, miniserie che parla di commercio di pelliccie verso il 1800 in Canada, con da una parte gli inglesi ricchi e stronzi e dall'altra i nativi *fuorilegge*, che combattono per spezzare il monopolio delle compagnie provenienti dalla terra d'Albione, capitanati dal possente Declan Harp, mezzo irlandese e mezzo nativo americano(!).Sì è vero che la trama è piuttosto semplice, ci sono parecchi personaggi stereotipati all'impossibile e, se lo guardate in originale, sentirete certi accenti talmente forzati da suonare finti come una moneta da 3 euro.Ma nell'insieme l'allestimento è molto buono, ambientazioni, costumi, non male la recitazione, e nel complesso è un drammone storico che si guarda volentieri.Il mio Jason non è Pacino di sicuro, ma questi ruoli da omaccione/bestione sono il suo, in fondo per lui ho guardato roba molto peggio, come Bad Batch, che ammetto di non essere riuscita a finire O.o


  The Strain, serie sui vampiri tratta da una serie di libri di Guillermo del Toro,era partita piuttosto bene,con due prime stagioni davvero carine,per poi crollare a picco nella terza e, con questa quarta, e per fortuna ultima, stagione, toccare vette di risibilità che  hanno tolto lustro alla serie tutta.
Attori scoglionati, personaggi inseriti tanto per, situazioni implausibili, flashback noiosi e il ragazzino più odioso di sempre(il figlio del protagonista), secondo solo a Jeoffrey di GOT...quando è finita è stata quasi una liberazione.

Ne parla approfonditamente Cassidy nel suo bel post su la Bara Volante !


Da The mist, il romanzo di Stephen King, era già stato tratto un gran bel film con un finale da urlo; stavolta ci si prova con la formula della serie tv, e fra le ambientazioni economiche, il cast misconosciuto, la recitazione da recita delle superiori, c'è da dire che si sente tanto puzza di Under the Dome, altra produzione di ispirazione kinghiana partita benino e finita malissimo.
Si salvano gli effetti speciali, parecchio ben fatti, e la storia nel complesso, noi l'abbiamo guardato con poche aspettative, magari in seconda serata quando il sonno incombeva,o nei primi pomeriggi a digerire sul divano, certo non è una serie di gran spessore e, se devo dire la verità, ci ha fatto fare parecchie grasse risate(involontariamente).
Vivremo lo stesso se dovessero segarla,altrimenti potremmo dare una chance alla seconda stagione, ma solo perchè spero di veder morire male un certo personaggio...


Di Narcos cosa posso dire?E' una bomba!
Seppellito Pablo Escobar, la terza stagione segue le imprese del cartello della droga di Cali, dal suo apice al suo declino.
Recitazione ottima, gran sceneggiatura, bel ritmo, personaggi interessanti ed una regia efficace, han fatto sì che anche questa stagione, a casa Lazyfish, venisse divorata velocemente, a dispetto di un tema che solitamente non mi esalta particolarmente.Sembrava la prossima stagione si dovesse svolgere in Messico, ma purtroppo una brutta notizia, che mescola realtà e finzione, potrebbe spingere la produzione ad invertire la rotta,e a fare ritorno in Colombia anche per il 2018.

Anche per stavolta è tutto!
Avete visto qualcuna di queste serie?
Le conoscevate?
Fatemelo sapere qua sotto!!!!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...